Salta al contenuto principale

Il Comitato 2020
detta regole e date per trovare il sindaco

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 8 secondi

Ci siamo. Sabato probabilmente ci sarà il via libera di quello che sarà, con ogni probabilità, il Comitato 2020 che dovrà definire il percorso civico che sta prendendo corpo in città e che porterà ad un candidato sindaco alternativo a quello del centrosinistra.
La strada con tanto di percorso, di scelte, di date e di scadenze verrà definito in un incontro che è previsto per sabato prossimo e che sarà sostanzialmente il via libera ufficiale all’iniziativa.
Le civice vogliono definire un candidato sindaco alternativo che sarà scelto dai materani attraverso delle primarie che vengono definite aperte perchè non subiranno “alcun tipo di condizionamento partitico”. Entro il mese di febbraio, probabilmente la data sarà quella di domenica 22, si potranno presentare le diverse candidature e si definirà la modalità di presentazione e poi si andrà verso una sorta di scelta il più possibile ampia dei diversi candidati. La data per le elezioni primarie “civiche” dovrebbe essere, sabato ci sarà anche su questo una conferma, quella di domenica 15 marzo. Così come molto ampia viene considerata la possibile platea di elettori potenziali, basterà essere iscritti al 12 di febbraio nelle liste elettorali del Comune di Matera e presentarsi con la tessera elettorale o quella sanitaria per poter partecipare al voto. Modalità, progetti, idee che saranno messe a fuoco nel corso dell’incontro che si annuncia molto ampio dei prossimi giorni.
Al momento invece la ridda di voci sui possibili candidati sindaci sembra essersi in qualche modo arrestata. Angelo Tosto ha confermato anche in queste ore quello che disse subito dopo le sue dimissioni dal Consiglio comunale cioè che non ha alcuna volontà nè ambizione di concorrere direttamente per questo tipo di carica. Così come il nome speso nelle passate settimane con riferimento all’ex sindaco Nicola Buccico non trova al momento alcun tipo di vera conferma. Insomma la situazione su nomi, scelte, candidature rimane ancora tutta in alto mare. Almeno però da sabato si farà un passo avanti sulle regole e poi entro qualche settimana si capirà anche quali potranno essere i diversi aspiranti candidati: «una coalizione ampia che possa coinvolgere le diverse sensibilità che vogliono lavorare per il bene della città». Chiara la traccia nella quale si sta provando a lavorare, certo che in quest’ambito un candidato verrà fuori. Il cammino prosegue e altre carte saranno presto scoperte.

p.quarto@luedi.it

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?