Salta al contenuto principale

«Funzione distorta nel rapporto col territorio»
Pollice verso di Oliverio a Calabria Etica

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 55 secondi

CATANZARO - «Esiste una funzione distorta nel rapporto col territorio». Il presidente della Regione Calabria Mario Oliverio è ancora in attesa dei risultati definitivi della commissione di indagine conoscitiva che ha istituito per verificare l’attività della Fondazione Calabria Etica, ente in house della Regione per progetti di assistenza alle famiglie disagiate, ma ha già commentato quello che verrebbe fuori dai primi dati.

Oliverio ha così commentato un dato fornito ieri nel corso di una conferenza stampa dall’ormai ex presidente della fondazione, Pasqualino Ruberto, secondo il quale tra le varie associazioni mappate nel biennio 2013-2014, 451 sono della provincia di Catanzaro e 293 di quella di Cosenza. Un dato, ha aggiunto Oliverio, che indica un «uso distorto» dal momento che la provincia di Cosenza è grande il triplo rispetto a quella di Catanzaro.

Proprio ieri sera, la Giunta regionale (LEGGI) ha dichiarato decaduti i presidenti di alcune fondazioni tra le quali Calabria Etica. Al posto di Ruberto, nominato nel 2010 dalla vecchia giunta regionale di centrodestra, è stato nominato commissario il dirigente dell’Audit Carmelo Barbaro.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?