Salta al contenuto principale

Donato Ramunno attacca il Pd
Comportamento «ignobile, indegne, irresponsabile»

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 40 secondi

Ignobile, indegno, irresponsabile il tentativo del Partito Democratico di utilizzare la crisi politica e istituzionale della città di Potenza per regolare i conti tra le bande rivali che lo compongono. Un partito sfrangiato in mille correnti contrapposte, ognuna in cerca di una fetta di potere da gestire, altro che bene della città. È questa la triste, svilente e drammatica situazione che vive in queste ore il capoluogo di regione, morso al cuore da una condizione economica più grave di una situazione di fallimento, aggravata dalla brama di potere di chi ha perso le elezioni e che per una delirante legge elettorale si trova la maggioranza in consiglio comunale. Ricordo che i tornei si vincono in finale non ai turni preliminari e alle elezioni la finale è il ballottaggio.
Ed Ignobile, indegno e irresponsabile è chi si presta a questo patetico scontro fratricida nel PD.
Per questo motivo e a questo punto invito il Sindaco, Dario de Luca, a costituire una giunta comunale composta esclusivamente da uomini appartenenti alle forze politiche che lo hanno sostenuto in campagna elettorale e da tutte le forze politiche che si contrappongono politicamente al partito democratico, Forza Italia e movimento civico a sostegno del dott. Cannizzaro in testa. Una giunta che continui nella operazione verità, nell'ottimo lavoro svolto fin ora (ricordo l'approvazione del piano trasporti e la prossima apertura del centro trasferenza rifiuti con risparmio complesso di oltre 10 milioni di euro) e soprattutto che proponga al consiglio comunale un cronoprogramma chiaro e netto di 10 punti, di 10 cose da fare per la rinascita del capoluogo di regione. Il bene della città lo si concretizza su base programmatica, non sul balletto degli assessori o con la ricerca degli equilibri di forza del centro sinistra.
Noi, voglio ricordare, le nostre grandi responsabilità ce le siamo prese votando un bilancio consuntivo che certificava un fallimento, senza esserne in nessuna maniera colpevoli. Ora tocca agli altri dimostrare come voglio operare per il bene di Potenza.

*Consigliere provinciale Potenza di Fratelli d'Italia

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?