Salta al contenuto principale

Matera 2020, le primarie aperte slittano al 29 marzo
Potranno partecipare tutti, senza contributo economico

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 9 secondi

Le primarie aperte del movimento civico "Matera 2020" si terranno in data 29 marzo e non più 22 marzo.

La decisione - spiega una nota del movimento - è stata assunta dal direttivo insieme ai 5 candidati dopo aver interessato il Prefetto di Matera, Antonella Bellomo, relativamente alla possibilità di svolgere le primarie nei plessi scolastici della città abitualmente coinvolti nelle operazioni di voto.

Il prefetto, pur riconoscendo il valore partecipativo e civico di un'esperienza come quella delle primarie destinate a indicare un candidato sindaco, ha dovuto negare l'assenso: l'utilizzo delel scuole viene disposto dal Ministero dell'Istruzione, Universita e Ricerca, di concerto con il Ministero dell'Interno a seguito di intese preventive.

Il movimento "Matera 2020" si è pertanto subito attivato per la celere individuazione di un numero sufficiente di luoghi distribuiti in città per la realizzazione delle primarie aperte, in grado di facilitare nelle varie area della città l'espressione di preferenza».

Considerando lo slittamento ufficializzato della data in cui si terranno le elezioni amministrative al 31 maggio, il movimento ha deciso di far slittare le primarie aperte di una settimana.

Saranno presto comunicati tutti i luoghi in cui si terranno il giorno 29 marzo dalle ore 8 alle 22.

«Vi potranno partecipare tutti i cittadini aventi diritto al voto senza vincolo di appartenenza politica/partitica e senza contributo economico per esprimere la preferenza nella designazione del candidato alla carica di sindaco».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?