Salta al contenuto principale

«Un po' più di politica e un po' meno ragioneria»
Fratelli d'Italia sul post-dissesto in città

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 11 secondi

«Che si faccia sempre più politica e un po’ di ragioneria in meno; o che almeno si coniughino le due cose senza mortificare la politica».

Questa è la nota inviata da Luciano Petrullo, portavoce della segreteria politica Fratelli d’Italia della città di Potenza. 

«La città di Potenza viene da un periodo di apparente fasto, e dico apparente perché si è permessa, con Santarsiero, talvolta, finanche lo Champagne, pur continuando a portare le scarpe rotte; oggi fa i conti coi debiti e con spese superiori alle entrate: bene, che si abbia il coraggio di tagliare le spese, ma le spese inutili, beninteso, o almeno prima le spese inutili, e ce ne sono che ce ne sono».

«Ma tener chiuse le scale mobili più imponenti d’Italia, dopo averle illogicamente fatte, è un delitto che ne scopre un altro. Ora che ci sono è assurdo e antieconomico tenerle ferme - aggiungo - Sarà pur possibile trovare la maniera perché si autofinanzino, sfruttandone gli spazi e offrendoli per attività, le più varie; alzando il prezzo del biglietto; rendendole qualcosa di più che un semplice passaggio. Si può fare tanto. Ci vuole inventiva».

«Che ci si dia una sferzata, anche di buonumore, perbacco, altrimenti prima di soccombere vivremo una lenta e angosciante agonia».

 

 

 

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?