Salta al contenuto principale

Approvate le modifiche allo statuto
ma per la Giunta ci vorranno tre mesi

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 18 secondi

REGGIO CALABRIA – Ora che è arrivata la seconda lettura della modifica dello Statuto bisogna aspettare altri tre mesi prima che sia efficace. E' lo stesso Statuto che lo prevede. Lo scrive Adriano Mollo sul Quotidiano del Sud in edicola oggi. Chi pensava quindi che già da domani il presidente della Regione Mario Oliverio procedesse con la nomina di tutta la giunta dovrà farsene una ragione e aspettare fino ai primi giorni di luglio per vedere chi saranno i quattro nuovi assessori, di cui tre potrebbero essere donne.

L’approvazione della riforma statutaria da parte del consiglio regionale è avvenuta a maggioranza con il voto contrario dei due consiglieri regionali del gruppo misto Mimmo Tallini e Fausto Orsomarso e della Casa delle Libertà Giuseppe Mangialavori, mentre diverse sono state le astensioni al momento del voto. Sia Orsomarso che Tallini hanno motivato con la dichiarazione di voto il dissenso al voto così come avevano fatto nel corso della prima lettura. Per il consigliere regionale cosentino, con un escamotage si è portato a sette il numero dei consiglieri “per risolvere i problemi della maggioranza” mentre prima erano sei, facendo così lievitare i costi per la Regione e per questo ha anche frenato rispetto all’ipotesi di istituire la commissione per le riforme.

Tallini ha definito negativa la riforma perché mira a soddisfare “gli interessi di pochi” ed è strumentale perché in questo modo Oliverio evita conflitti interni alla maggioranza nominando solo esterni al consiglio regionale.

LEGGI l'articolo sul consiglio regionale di ieri

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?