Salta al contenuto principale

Sempre più caos nel Pd di Avigliano
Due centrosinistra in corsa

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 6 secondi

AVIGLIANO - Il caos regna sovrano nel Pd di Avigliano in vista delle comunali.
Se da una parte il primo cittadino uscente, ha fatto pubblicare i manifesti della sua candidatura per il centrosinistra, dall’altra la sezione Pd, guidata dal segretario Carlo Lucia, comunica, in una nota che il «centrosinistra» (non si capisce se è lo stesso) si è riunito «per definire le linee programmatiche e il metodo da seguire per la formazione della lista». Insomma ad Avigliano ci sono due Pd e, ora, anche due “centrosinistra”.
Ma Lucia, nella sua nota, precisa che alla suddetta riunione ha partecipato anche il candidato sindaco Mimì Pace.
«I partiti ufficiali - fa sapere - hanno concordato di avviare una serie di incontri zonali per raccogliere le giuste indicazioni dei cittadini in rapporto ai reali bisogni e alle prospettive di sviluppo».
Il candidato sindaco Mimì Pace, ha sostenuto che: «la competizione politica debba riguardare i programmi e la qualità delle persone che devono realizzarli» auspicando un abbassamento dei toni in vista delle elezioni.
Chi invece cerca di approfittare della situazione è Fratelli D’Italia. Dura a tal proposito è la nota diramata ieri da Gianni Rosa.
«Dare un così basso spettacolo di sé, dimostrando che, ancora una volta, l’unica cosa che interessa è solo mantenere posizioni di privilegio, dovrebbe automaticamente escluderli dalla competizione elettorale. Per indegnità».
«Nella loro supponenza, però, - continua - i vari Summa e Pace non si preoccupano nemmeno di mantenere l’apparenza, di far credere che dietro questi litigi e bisticci ci sia una motivazione più nobile, magari il bene di Avigliano. Del resto come potrebbe essere diversamente, visto che non si è ancora parlato di programmi. Anzi, apprendiamo che l’uscente sindaco si affida ai Cittadini per stilare il programma. Questo è il capolinea della politica del centrosinistra». Rosa si appella agli aviglianesi «stanchi di questa politica autoreferenziale» e «delusi dall’egocentrismo del centrosinistra» dicendo:«non deponete le armi, siate protagonisti del cambiamento. Quello vero».
Insomma il clima politico sta diventando giorno dopo giorno sempre più incandescente con le due anime del Pd che non se le mandano a dire, con prese di posizione di esponenti regionali (vedi Pittella su Pace) e con Fratelli D’Italia che spera, a questo punto, di conquistare il Municipio. La telenovela è solo all’inizio.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?