Salta al contenuto principale

Matera cerca un sindaco all’altezza della capitale
Così comincia la campagna elettorale

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 27 secondi

MATERA- 24 liste per sei candidati alla carica di sindaco.

La corsa per le elezioni amministrative a Matera è ufficialmente iniziata. Alle ore 12 la chiusura dell’Ufficio elettorale del Comune, dove, nella mattinata di ieri, si sono presentati 13 gruppi per depositare candidature e liste.

Un mezzogiorno tutt’altro che di fuoco.
Tutte le operazioni, al contrario di quanto accaduto cinque anni fa, si sono svolte senza intoppi, in un clima di diffuso fair play.
Nessun arrivo last minute, nessuna contestazione.

Undici liste consegnate nella prima giornata di venerdì hanno permesso alle operazioni di consegna delle liste di scorrere tranquille e nella prima mattinata di ieri di essere per la gran parte completati.

Gli ultimi a presentarsi, con almeno dieci minuti di anticipo rispetto al limite orario fissato, i sostenitori della lista “Noi con Salvini”: la vera novità di queste Comunali a Matera.
Insieme al candidato sindaco Antonio Cappiello, infatti, fa il suo debutto nella città dei Sassi, un movimento made in Matera direttamente collegato alla Lega Nord.

«L’unica vera lista di destra» - non manca di sottolineare Cappiello, arrivato al V piano del municipio trafelatissimo, quando i suoi sono già all’interno dell’Ufficio elettorale.
Anche questa una notizia, in un quadro di rimescolamento generale di uomini e schieramenti: c’è ancora chi rivendica con orgoglio la propria collocazione politica e non si sposta da dove è sempre stato.

A rendere più fluida la presentazione delle liste ha contribuito sicuramente la scelta di quanti hanno provveduto a presentarle già durante la giornata di venerdì. 11 quelle depositate nel corso della prima giornata.

A contendere la carica di sindaco all’uscente Salvatore Adduce, alla guida di una coalizione di centrosinistra composta da 7 liste, Raffaele De Ruggieri, sostenuto da 9 liste, Angelo Tortorelli (5 liste), Antonio Materdomini del Movimento cinque stelle, Francesco Vespe (L'altra Matera) e Antonio Cappiello di Noi con Salvini. Le liste che sostengono Adduce sono: Pd, Api, Sel, Scelgo Matera 2019 con Adduce, Iniziativa democratica, Matera cultura con Adduce, Insieme.

A sostegno di De Ruggieri ci sono: Popolari per Matera, Matera si muove per la Provincia, Matera popolare, Forza Matera, Matera per De Ruggieri, Matera Capitale, Matera Lab, Matera la città che sale, Socialisti per De Ruggieri. Tortorelli è sostenuto da: Lavoro e Sviluppo, Matera al centro, Osiamo per Matera, Cambiamo Matera, Ci piace Matera. Una lista ciascuno per Materdomini (Movimento cinque stelle), Francesco Vespe (L'altra Matera) e Antonio Cappiello (Noi con Salvini).

Un esercito di 729 candidati è pronto a misurarsi per conquistare un posto dei 32 che comporranno il prossimo consiglio comunale della Capitale europea della Cultura 2019.
Un numero importante che non si è tirato indietro ma è sceso nell’agone della politica.

In attesa di avere la conferma della regolarità di tutte le liste presentate dalla Commissione elettorale, già al lavoro da ieri mattina, la campagna elettorale è ufficialmente partita.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?