Salta al contenuto principale

Pietrantuono conferma
«Socialisti con De Ruggieri per un cambio di rotta»

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 44 secondi

MATERA - «Un percorso che condivido pienamente e che conferma i Socialisti impegnati a dare una diversa lettura della regione Basilicata anche per il futuro.
Noi vogliamo che Matera sia la locomotiva di questo processo e che ci sia un cambio di rotta».
Sono le parole del consigliere regionale del Partito Socialista Francesco Pietrantuono la vera novità politica della presentazione della lista dei “Socialisti con De Ruggieri” che è stata presentata ufficialmente ieri mattina.
Pietrantuono sposa a pieno la scelta fatta sul territorio e sottolinea anche criticamente la doppia lettura che si fa in questi casi nel campo del Partito Democratico: «non è possibile pensare che De Luca si può alleare con un pezzo di Forza Italia, che il Pd al Governo nazionale possa stare con un partito che si chiama nuovo centrodestra e che invece se i Socialisti decidono di fare scelta diversa, per un cambio di rotta e non per la presenza in uno schieramento ma guardando solo al bene della città ed allora non va più bene».
Pietrantuono che ha portato anche la condivisione delle scelte fatte del segretario regionale Valvano ha anche sottolineato che non ci sono relazioni dirette tra le scelte materane e le vicende politiche regionali in corso: «noi vogliamo continuare a dare contibuto di idee e fare la nostra parte in regione, non mi sono posto questo problema.
Credo che l’urgenza sia nella posizione dei cittadini scoraggiati da questa politica e che vogliono qualcosa di diverso, è a quello che dobbiamo vedere ed anche in regione continueremo ad avere un atteggiamento coerente».
Quanto alla lista Innocenzo Loguercio, che la capeggia, ha voluto sottolineare alcuni aspetti importanti: «delle 30 persone che ci sono molte sono giovani, con una media che si attesta intorno ai 40 anni ma soprattutto abbiamo scelto di avere una numerosa presenza femminile con 18 donne su 30 che la compongono». Peculiarità che corrispondono alla scelta effettuata nella costruzione della lista stessa.
Poi ha ribadito con qualche punta polemica e qualche stilettata: «noi abbiamo scelto di fare una battaglia di autonomia per un progetto nel quale crediamo di poter dare il nostro contributo, siamo impermeabili a infiltrazioni e dissuasioni di qualsiasi genere».
Di «una rappresentanza corale» ha parlato invece il candidato sindaco Raffaello De Ruggieri che ha sottolineato ancora l’importanza progettuale degli obiettivi che ci si troverà davanti «anche se noi siamo consapevoli che ci sono grandi difficoltà e che ci troveremo in un girone dantesco».
Sulle questioni di questi giorni e sul valore della materanità in questa campagna elettorale De Ruggieri ha potuto sottolineare che «io sono contro qualsiasi forma di campanile, io credo che la materanità vada praticata e non declinata.
Credo che ci sono tanti materani che non la praticano e molti con origini diversi che si comportano davvero come dei materani».
Poi ancora a una stoccata: «sono aperto al confronto verso qualsiasi avversario, anche il recente confronto a Potenza se fosse avvenuto con tempi diversi non avrei avuto problema. L’unica cosa che rifiuto in modo perentorio è il confronto con Salvini perchè porta pruriti razziali che non posso accettare».

p.quarto@luedi.it

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?