Salta al contenuto principale

Durissimo scontro al Comune di Potenza
De Luca mette fuori l’assessore alla Cultura De Francesco

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 54 secondi

POTENZA - Durissimo scontro ieri mattina al Comune tra Margherita De Francesco (oramai più ex che assessore ancora in carica) e il sindaco di Potenza, Dario De Luca.
Chi era presente parla di un confronto tra i due con toni di voce altissimi. Non se le sono mandate a dire, insomma.
Le notizie si sono rincorse per tutto il pomeriggio: sembra che il primo cittadino potentino abbia defenestrato firmando il documento di sfiducia il suo assessore alla Cultura e all’Istruzione. La “notifica” della decisione dovrebbe avvenire nelle prossime ore.
In ogni caso lo strappo è avvenuto e non pare ci siano più margini per ricucire il rapporto politico e istituzionale.
Dario De Luca dopo aver letto delle critiche della De Francesco (moglie di Vincenzo Belmonte, promotore della lista civica a sostegno di De Luca sindaco e noto esponente delle destra potentina) esposte in un incontro pubblico ha meditato da subito una reazione forte.
In quell’occasione De Francesco aveva espresso molte critiche sulla gestione politica della città di Potenza, sia della passata amministrazione guidata da Vito Santarsiero, sia di quella attuale.
Irritato, il sindaco De Luca sabato ha inviato una lettera all’assessore chiedendole di fare un passo indietro e di consegnare le dimissioni dalla giunta. Margherita De Francesco si è presa pare del tempo per pensarci. Alla fine la sua risposta è stata netta: non ci avrebbe pensato oltre, nessuna dimissione.
Risposta che non è piaciuta evidentemente al sindaco e che ha portato al confronto di ieri mattina.
Del resto nella conferenza stampa di presentazione della Parata dei Turchi (sempre ieri mattina) l’assenza dell’assessore alla Cultura non era passata inosservata. A chi gli chiedeva lumi, De Luca ha minimizzato parlando di un affidamento del solo evento a un altro assessore (Annalisa Percoco, presente in conferenza stampa, ndr). Ad Annalisa Percoco dovrebbero essere affidate le deleghe della Cultura.
E c’è già chi ipotizza retroscena politici: De Luca si libererebbe in questo modo di esponenti di destra per orientarsi sempre più verso il Pd. Anche se il futuro amministrativo di Potenza è ancora incerto, legato al grave deficit economico e alle notizie che si attendono da Roma sui conti economici.

s.santoro@luedi.it

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?