Salta al contenuto principale

Movimento Cinque Stelle, Il candidato Antonio Materdomini
presenta i componenti dell’esecutivo che vorrebbe guidare

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 54 secondi

MATERA - Lo avevano annunciato il 16 marzo e hanno mantenuto la promessa. Il Movimento 5 Stelle di Matera ha presentato ieri tre dei cinque assessori della giunta che verrà guidata da Antonio Materdomini. «Il sesto - avverte il diretto interessato - verrà scelto dopo la nostra vittoria». In tutto sono stati 34 i curricula presentati, selezionati da una commissione interna con la collaborazione di tre portavoce esterni, un consigliere comunale di Lavello, uno di Miglionico e il sindaco di Montelabbate. «I nostri assessori si sono autoproposti - aggiunge Materdomini - I requisiti erano ovviamente legati all’assenza di condanne e procedimenti in corso, la sottoscrizione del programma del Movimento e non essere stati candidati nel 2014 in altri partiti».
Le deleghe previste sono quelle al turismo e cultura, urbanistica, ambiente e trasporti, innovazione e attività produttive, politiche sociali e sportive e bilancio e patrimonio. Dai rifiuti zero al bilancio partecipato fino al trasporto pubblico gratuito per le fasce in difficoltà. Era stato lo stesso Materdomini qualche sera fa nel corso del comizio in piazza Vittorio Veneto a ricordare i punti cardine del programma, sottolineando la presenza di 27 candidati consiglieri «Tutti uomini liberi, incensurati non iscritti a nessun partito».
Nel corso della conferenza stampa di ieri, presenti nella sede del Movimento c’erano tre dei sei assessori: Angelo Ferrandina (Ambiente e trasporti), Loredana Cacucciolo (Turismo e Cultura) e Gianluca Deleo (Attività produttive e innovazione).
Colloqui verbali e valutazione dei curricula presentati sono stati alla base della scelta. L’assessore all’urbanistica sarà Giovanni Nicoletti, architetto che lavora fra Helsinki, Matera e Firenze. La delega alle Politiche sociali e sportive è stata assegnata a Silvia Marcadelli, coordinatrice dell’area assistenza domiciliare all’ospedale di Matera. Spiega Angelo Ferrandina, ingegnere di 41 anni, sposato con due figli, esperto in monitoraggi strutturali: «In particolare mi interessano i controlli di tipo ambientale - chiarisce ancora - essendomi formato come sperimentatore. La presentazione della mia candidatura è nata in modo casuale dopo aver visto un manifesto di Cinque Stelle in cui si chiedevano le candidature per gli assessorati». Quasi sulla stessa linea le motivazioni di Loredana Cacucciolo, 46 enne barese, consulente di marketing, impegnata nel mondo dell’arte contemporanea da 25 anni. «Ero incuriosita da una vela promozionale che ho visto per strada. Visto che il mio precedente voto era andato a Cinque Stelle, ho ritenuto giusto mettermi alla prova innanzitutto con me stessa».
Gianlcua Dileo, matricola della giunta con i suoi 32 anni, affida a tre numeri la sua presentazione: 8, 1000 e 1.
«Otto sono gli anni da cui mi occupo di consulenza e servizi di telecomunicazioni. Mille sono i clienti che ho acquisito in questi anni e 1 è legato a Matera, la città in cui sono nato. Ho tante idee ma spesso mi vergogno di essere materano, specie quando mi accolgo che accogliamo i turisti e non siamo pronti a farlo. Il bando del Movimento Cinque Stelle, utile anche a raccogliere idee. La mia candidatura potrebbe servire a fare in modo che il mio contributo faccia crescere la città. Mi hanno valutato per ciò che sono davvero, senza alcuno scambio di favori».
Assessori, futuri consiglieri e candidato sindaco saranno impegnati da oggi in altri incontri ai quali nei prossimi giorni parteciperò anche il presidente della commissione vigilanza della Rai, Roberto Fico.
Tra le gente per spiegare come si fa la politica trasparente.

a.ciervo@luedi.it

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?