Salta al contenuto principale

Presentata “Matera cultura”
«Il Pd è tutto con noi»

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 37 secondi

E’ stata presentata sabato nel corso dell'incontro sul tema "Il futuro della città" la lista "Matera Cultura per Adduce”.
«La lista di "Matera Cultura" - ha detto Adduce - nasce con l'obiettivo di rafforzare il rapporto con i cittadini e di dare voce a un fermento vivo di partecipazione che esiste nella nostra città. Matera, in questi anni, attraverso la nostra guida, ha avviato un grande percorso di partecipazione dei cittadini grazie al quale abbiamo raggiunto lo storico traguardo di Matera Capitale europea della cultura.
Un percorso che ha voluto unire sentimenti e comunità. Abbiamo unito tutti i 131 comuni della Basilicata, gruppi, associazioni, anche di altre regioni italiane. Infatti, l'Unione europea ci chiedeva di proporre un progetto che non riguardasse solo la nostra città, ma un territorio vasto. Ed ecco perchè nel nostro programma parliamo di Matera capoluogo di area vasta».
Ed è proprio sul tema della unità che si è soffermato Bubbico. «Nei momenti peggiori della nostra vita la classe dirigente si è inventata la divisione fra Matera e Potenza.
Va riconosciuto a Adduce che dal primo giorno ha lavorato per opporsi a questo disegno. Chi si propone con scelte demagogiche lo fa solo per non fare i conti con le proprie responsabilità. Intorno al lavoro fatto da Salvatore Adduce ci sono pronunciamenti positivi che arrivano da tutto il Paese».
Un accenno di Bubbico anche su questioni più politiche: «Noi sosteniamo Renzi più di tanti altri che sono subito saliti sul carro del vincitore.
Nel Partito democratico lavoriamo non per contarci ma per dare maggiore rappresentanza. Le ammucchiate non servono a risolvere problemi, ma a cercare di risolvere problemi personali.
E noi a questo non ci stiamo perchè lavoriamo per la comunità.
La nostra lista si propone di favorire integrazione tra impegno politico e il fermento che esiste fra i cittadini e che condividono valori come onestà impegno trasparenza».
Durante il dibattito non sono mancati riferimenti a quella parte di Pd che ha lasciato il partito per allearsi con la destra. Adduce: «Dal primo momento hanno creato problemi provando a far interrompere il nostro cammino.
Ma noi abbiamo resistito perché avevamo solo una idea: fare Buon governo perché Matera diventasse un esempio per il Sud e per il Paese nell'esclusivo interesse dei cittadini. Le numerose liste sono un fenomeno recente e nascono sulla spinta del proprietario della Tv Locale che da alcuni anni si è messo in testa di mettere le mani sulla città proponendo una ideologia che corrode la convivenza civile.
Se qualcuno pensa nel Pd che non fa differenza chi vince alle elezioni si sbaglia di grosso perchè il Partito Democratico sta con noi. E Lunedì sera (oggi, ndr.) avremo sul palco in Piazza Vittorio Veneto il vicesegretario nazionale, Guerini, il capogruppo alla Camera, Speranza, il presidente della Regione, Pittella. Il Pd sta con noi». Oggi appuntamento con Lorenzo Guerini, vicesegretario nazionale del Pd alle 21, in piazza Vittorio Veneto insieme al candidato sindaco del centrosinistra, Salvatore Adduce, a Marcello Pittella, e all'On. Roberto Speranza.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?