Salta al contenuto principale

Affondi e polemiche
La Fondazione finisce nel mirino

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 25 secondi

MATERA - La direzione della Fondazione e non solo la sua presidenza hanno riempito alcuni interventi nelle ultime ore di campagna elettorale.
Gli attacchi da Popolari per l’Italia e Noi siamo l’Italia non sono mancati anche se già nelle ore precedenti la posizione era stata oggetto di una serie di botta e risposta che miravano a chiarire definitivamente la situazione.
E nei giorni scorsi era toccato allo stesso Adduce intervenire tramite facebook per rispondere ad una cittadina materana che aveva posto alcune questioni sui passaggi fatti con la Fondazione.
«Ho scoperto che Paolo Verri è stato nominato direttore della Fondazione Matera 2019 in violazione e spregio di tutte le procedure necessarie alla nomina a quell’incarico». Così, in una nota, il senatore dei Popolari per l’Italia Tito Di Maggio.
«Questo è un altro motivo per il quale dobbiamo vincere e portare Raffaello De Ruggieri a sindaco della città, dopo di ché - ha concluso Di Maggio - sappia il direttore Verri che dal giorno successivo sarà licenziato da quell’incarico».
Nei giorni scorsi e tramite facebook Adduce aveva spiegato ad una cittadina che lo sollecitava sulla questione: «Il Cda della Fondazione Matera-Basilicata 2019 secondo quanto prevede lo statuto è formato dal Sindaco pro-tempore del Comune di Matera, dal Presidente pro-tempore della Regione Basilicata e da un terzo componente designato dagli altri soci fondatori (le 2 province di Matera e Potenza, le 2 Camere di Commercio, il Comune di Potenza, l'UNIBAS) che non hanno ancora provveduto.
Sempre secondo lo statuto (art. 23) il Cda è regolarmente in carica sin dalla costituzione (3 settembre 2014) con due dei tre componenti previsti.
Nella prima riunione tenuta il 23 dicembre 2014, il Cda, valutata l’opportunità di assicurare continuità al lavoro del Comitato Matera 2019 svolto con grande successo dal suo Direttore, Paolo Verri, ne ha deliberato la nomina a direttore della Fondazione Matera-Basilicata 2019. Tutti gli atti sono regolarmente pubblicati sul sito istituzionale di Matera 2019».
Per Noi Siamo l’Italia la nomina di Verri a direttore della Fondazione Matera-Basilicata 2019 sine die, è «un imbroglio camuffato da operazione legittima in quanto rientrante “tra i primi passi richiesti dal dossier di candidatura”.
“La Fondazione abbia agito senza avere il potere di farlo perché, come lo stesso Paolo Verri, in qualità del direttore del Comitato Matera2019, tenne a precisare nell’incontro dello scorso 12 febbraio: “per far sì che la Fondazione diventi operativa è necessario chiudere il bilancio del Comitato Matera2019”, peccato che ciò non sia ancora avvenuto».
La questione insomma rientra tra quelle più spinose anche in prospettiva futura ed è esplosa nelle ultime ore della campagna elettorale dopo che nei giorni scorsi si era tenuto il secondo cda della Fondazione che aveva preso una serie di decisioni per definire il percorso futuro da seguire.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?