Salta al contenuto principale

Vespe garantisce imparzialità
«Sosterremo chi convergerà»

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 24 secondi

MATERA - La lista de “L’altra Matera” manterrà un atteggiamento di imparzialità rispetto ai due candidati al ballottaggio Salvatore Adduce e Raffaello De Ruggieri mentre aveva aperto un dialogo con Angelo Tortorelli così come lo stesso Tortorelli aveva spiegato domenica nel suo breve intervento sul palco nel corso del comizio di De Ruggieri. Franco Vespe candidato sindaco della lista “L’altra Matera” spiega nel dettaglio quali sono le posizioni che sono state prese nel corso di queste ultime settimane e che varranno anche per il ballottaggio.
Sottolineando anche che, evidentemente, il risultato elettorale non ha potuto alcuna delle due parti ancora in corsa a tentare un avvicinamento nei confronti della sua lista.
Vespe esclude alleanze di qualsivoglia tipo, ribadisce l’equilibrio nelle scelte e nelle valutazioni e l’attenzione soprattutto per chi si avvicinerà maggiormente ai programmi che sono stati portati avanti.
«Voglio dare alcuni doverosi chiarimenti in vista del prossimo ballottaggio fra i due candidati Adduce e De Ruggieri. Chiarimenti necessari dopo le dichiarazioni fatte da Tortorelli» scrive Franco Vespe.
«“L’Altra Matera” non è stata interpellata da nessuno dei due concorrenti in vista del ballottaggio.
Questo ci può stare vista l’esiguità del risultato elettorale conseguito che potrebbe apparire nient’affatto appetibile . La volontà del popolo materano che abbiamo registrato è chiara: non vuole cambiare! Questo responso lo abbiamo accettato con rassegnata serenità, perché siamo democratici fino a morirne.
La posizione de “L’Altra Matera” rispetto ai due contendenti è di totale imparzialità; mentre con la compagine dell’”alato” Tortorelli c’era stato un dialogo ispirato dalla stima personale reciproca e da alcuni temi condivisi nei due programmi. Sottolineatura fatta con onestà e slancio da Tortorelli che ci ha fatto certamente piacere ma che non deve e non può intaccare la nostra imparzialità.
Proprio perché la nostra posizione è quella della massima imparzialità, non di neutralità, preme precisare quali sono i punti salienti del nostro programma: Dar voce agli invisibili della nostra città. Dossier e Matera CEC del 2019 che deve essere vista come una opportunità irripetibile per esaltare la vera classe dirigente della nostra città, fatta di giovani 20-40enni , che dovrà mettere in campo la sua professionalità, creatività, auto-stima ed autodeterminazione per disegnare progetti competitivi con i quali moltiplicare le risorse disponibili per il 2019 e che dovrà caricarsi sulle sue spalle i destini della nostra città.
Sensibilità ambientale e il nostro consenso nel segno dell’imparzialità, andrà allo schieramento che meglio esalterà i punti programmatici sopra elencati e che, in virtù di detta convergenza, ci chiederà di rendere palese il nostro supporto».

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?