Salta al contenuto principale

La sanità privata scende in piazza a Catanzaro
La protesta dei lavoratori e le contestazioni a Scura

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 47 secondi

CATANZARO - Circa duecento persone, secondo stime della Questura, stanno manifestando davanti alla sede del Dipartimento regionale alla Salute, a Catanzaro, in via Buccarelli a Catanzaro. Si stratta di dipendenti delle strutture della sanità privata accreditata provenienti da tutta la Calabria e scesi in piazza contro i ritardi nei pagamenti degli stipendi, legati in gran parte ai mancati pagamenti della stessa Regione alle strutture. 

A questo si aggiunge la contestazione nei confronti del commissario per il piano di rientro, Massimo Scura, per le modifiche apportate alla legge in materia di pagamenti nel settore. La strada è stata chiusa al traffico, mentre una delegazione di lavoratori, accompagnati dalle organizzazioni sindacali, è stata ricevuta dal commissario Scura.

Solo pochi giorni fa, il Governo ha impugnato la parte del collegato alla finanzaria approvato lo scorso 21 aprile e relativo alla gestione dei pagamenti delle strutture residenziali dopo una segnalazione del commissario Scura (LEGGI LO SGARBO DI SCURA AD OLIVERIO).

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?