Salta al contenuto principale

Giunta regionale senza pace per Oliverio
Per la Barbalace spunta l'incompatibilità

Calabria

Chiudi

Carmela Barbalace, neo assessore all'Economia

Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 28 secondi

CATANZARO - La prima grana che dovrà risolvere il segretario generale della giunta Ennio Apicella quando scriverà di decreti di nomina della nuova giunta regionale è il superamento dell’incompatibilità di Carmela Barbalace in base al dgl 39/2013 che limita la inconferibilità degli incarichi.

Lo stesso che era stato contestato al commissario straordinario dell’Asp di Reggio Santo Gioffré dal M5S (LEGGI) ma se per Gioffré è intervenuto il ministero chiarendo che non si applica la norma ai commissari straordinari nominati dalla Regione, per Carmela Barbalace il problema non è superabile senza ripercussioni contrattuali.

L’assessore all’Economia, laurea in Agraria con 110 e lode, dopo sei anni di lavoro al ministero dell’Ambiente, nel 2008 arriva alla Regione Calabria e viene dislocata a lavorare presso l'Agenzia regionale per l'Ambiente. Attualmente è dirigente al Dipartimento 6 della Regione Agricoltura, foreste e forestazione. L’articolo 11 del decreto legge 39/2013 stabilisce l’Incompatibilità tra incarichi amministrativi di vertice e di amministratore di ente pubblico e cariche di componenti degli organi di indirizzo nelle amministrazioni statali, regionali e locali. E al secondo comma 2 che “Gli incarichi amministrativi di vertice nelle amministrazioni regionali e gli incarichi di amministratore di ente pubblico di livello regionale sono incompatibili: a) con la carica di componente della giunta o del consiglio della regione che ha conferito l'incarico; Lo stesso decreto legislativo stabilisce all’articolo 17 la nullità dell’incarico conferito in violazione della norma e all’articolo 19 la decadenza del contratto dopo 15 giorni in caso di non ottemperanza alla contestazione.

Quindi la dirigente dovrà mettersi in aspettativa, ma al rientro sul posto di lavoro, non potrà assumere incarichi dirigenziali dalla stessa Regione per almeno due anni.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?