Salta al contenuto principale

Adesso il Matera non deve cadere
nella trappola della destabilizzazione

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 5 secondi

MATERA - I tempi e i modi appaiono studiati a tavolino. Proprio come successe un anno fa. Ma non bisogna cadere nella trappola. 
Tirar fuori, a poche ore dall’ultima gara di campionato, questa vicenda proprio quando il Matera deve guadagnarsi l’accesso ai playoff per la serie B, appare come un tentativo di destabilizzare l’ambiente biancazzuro. Guai quindi a farsi influenzare da tutto questo. 
La vicenda del deferimento (per responsabilità oggettiva e non diretta) poteva e doveva essere risulta in tempi più brevi, senza dover attendere la vigilia dell’ultima giornata per tirar fuori queste decisioni. 
Sarà compito del club, ma soprattutto dello staff tecnico, tenere i giocatori lontani da queste “distrazioni”, perchè c’è ancora una gara da giocare, tre punti da conquistare. Auteri è maestro di queste cose. Sa cosa deve e non deve dire e fare per salvaguardare lo spogliatoio. Lo ha già dimostrato tenendo la squadra a riparo dalla “vicenda Nocerina” che interessava lui e altri tesserati del Matera. E saprà farlo anche in questo caso. 
Alla stessa maniera anche l’ambiente biancazzurro dovrà essere capace di mettere in un angolo questa vicenda, almeno per il momento, e sostenere squadra e club alla ricerca di questa ultima vittoria per alimentare il sogno playoff. La stagione che sta svolgendo il Matera rappresenta un bene comune, per la società, per i tifosi, per gli appassionati, per gli sportivi, per la città tutta e anche per la regione Basilicata. Matera e il Matera stanno avendo una grande vetrina mediatica anche grazie ai risultati che Iannini e compagni stanno conseguendo sul campo. Un deferimento non deve mettere in discussione tutto quello che è stato fatto fino ad ora. C’e da giocare ad Aver Normanna con il massimo della concentrazione. 
Poi se si vuole vedere il risvolto positivo della vicenda, possiamo pensare ch tutto questo faccia parte dei corsi e ricorsi storici. Questa vicenda diede quel qualcosa in più alla squadra per sprintare nel finale di stagione e conquistare con merito la promozione in Lega Pro. 
Magari anche in questo caso potrebbe essere così. Intanto, a prescindere da tutto, bisogna cogliere l’invito degli Ultras Curva Sud Matera che hanno deciso di attendere la squadra al rientro da Aversa dinanzi allo stadio per tributargli il giusto applauso per una stagione al disopra di ogni più rosea aspettativa.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?