X
<
>

Condividi:

MILANO (ITALPRESS) – Il Milan si arrende al ‘Meazzà ad un Sassuolo arrembante che merita i tre punti: finisce 3-1 per i neroverdi, con i rossoneri che nel finale restano anche con l’uomo in meno per il rosso diretto a Romagnoli. La partita è subito divertente e ricca di capovolgimenti di fronte. Ad andare in vantaggio è il Milan al 21′: angolo di Hernandez, Romagnoli anticipa Scamacca e di testa infila l’1-0. Dopo 3′ il Sassuolo impatta proprio con Scamacca: l’attaccante azzurro, servito da Raspadori, battezza il sette con un destro violento e preciso. E c’è ancora lo zampino di Scamacca nel vantaggio neroverde: è sua la conclusione che Maignan ribatte su Kjaer, autore dunque di un autogol. Subito Messias e Kessie nella ripresa per Pioli, Dionisi aspetta un pò a far entrare Defrel ma il match resta vivo ed equilibrato. I rossoneri premono senza però rendersi particolarmente pericolosi, gli emiliani si difendono compatti cercando di pungere soprattutto con Berardi. Imprecisi Leao e Tonoli quando tentano il tiro, letale invece Berardi al 21′: Kessie perde palla, Matheus recupera e serve l’esterno azzurro, che fa sedere Romagnoli e infila tra le gambe di Maignan il 3-1. Sfortunato di testa Kjaer, Milan in dieci al 32’ per l’espulsione di Romagnoli, che stoppa da rugbista l’incursione di Defrel. In pratica il match finisce qui: per il Milan, dopo la vittoria in Champions a Madrid, arriva la seconda sconfitta di fila in campionato per mano di un Sassuolo che, dopo 7 mesi, costringe il ‘Diavolò ad un nuovo stop a San Siro.
(ITALPRESS).

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA