X
<
>

Condividi:

ROMA (ITALPRESS) – Annunciato all’inizio dell’anno, l’arrivo della tecnologia della pila a combustibile diventa una realtà con la produzione del primo Citroen e-Jumpy Hydrogen.
Questo primo veicolo a idrogeno sarà spedito nei prossimi giorni a un cliente privilegiato, il Gruppo Suez. La soluzione a idrogeno si rivolge a coloro che hanno bisogno di un’autonomia superiore a 300 km per lunghi viaggi o lunghi tragitti, che richiedono un veicolo che può essere ricaricato rapidamente per massimizzare il tempo di utilizzo, che devono accedere a centri urbani soggetti a limitazioni di traffico ma che hanno anche un profilo di utilizzo più stradale e autostradale, e che hanno facile accesso alle stazioni di idrogeno. e-Jumpy Hydrogen è dotato di due sistemi di propulsione complementari: una batteria che immagazzina energia e fornisce elettricità e una pila a combustibile che converte l’idrogeno e l’ossigeno dell’aria in elettricità, acqua e calore. Finchè è alimentato a idrogeno, questo generatore di energia funziona in continuo. Il motore elettrico, alimentato principalmente dalla pila a idrogeno da 45 kW, è quindi in grado di sviluppare un’autonomia estesa di quasi 350 km. La batteria agli ioni di litio da 10,5 kWh funge da riserva per un’autonomia di 50 km nel ciclo Wltp. Fornisce anche una potenza supplementare al motore, che è necessaria per garantire le prestazioni dinamiche del veicolo, soprattutto in fase di accelerazione. Permette anche di recuperare energia durante la decelerazione e la frenata. L’associazione di questi due componenti garantisce un’autonomia di oltre 400 km. La ricarica di e-Jumpy Hydrogen è 20 volte più rapida di quella di un veicolo elettrico (effettuata da una colonnina di ricarica pubblica da 100 kW). Ciò significa che ci vogliono solo 3 minuti per riempire i tre serbatoi di idrogeno, che hanno una capacità di stoccaggio utile fino a 4,4 kg. Per preservare la funzione primaria del veicolo commerciale e-Jumpy Hydrogen, che è quella di trasportare frequentemente oggetti ingombranti e pesanti, la batteria è stata installata sotto i sedili e i tre serbatoi di idrogeno sotto al pianale. Di conseguenza, i volumi utili delle due silhouette sono invariati rispetto alle versioni elettriche: 5,3 m3 sulla misura M e 6,1 m3 sulla misura XL. Allo stesso modo, il carico utile e il carico rimorchiabile possono arrivare fino a 1.000 kg, come sulle versioni con motore termico. Citroen e-Jumpy Hydrogen, assemblato in Francia nello stabilimento di SevelNord, viene trasformato nel centro di competenza sulla pila a combustibile a idrogeno del Gruppo Stellantis a Russelsheim, in Germania. Il primo e-Jumpy Hydrogen sarà consegnato prossimamente, per essere testato in condizioni reali per una quindicina di giorni. Fornirà una soluzione concreta alle esigenze delle linee di business del Gruppo presso la filiale di Carcassonne, consentendo di soddisfare le numerose esigenze di uso quotidiano del personale operativo chiamato a lavorare in diversi siti.
(ITALPRESS).

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA