X
<
>

Condividi:

Beni per un valore di oltre tre milioni di euro sono stati sequestrati dalla Guardia di finanza a Carlopoli nell’ambito di un’inchiesta su una presunta truffa ai danni dello Stato e dell’Unione europea. I beni sono stati sequestrati a sei persone accusate di avere percepito indebitamente finanziamenti a fondo perduto con la legge 488 e con i fondi dei patti territoriali. Le persone denunciate, nell’ambito dell’inchiesta, sono 21, accusate di truffa aggravata e frode fiscale. Sono state anche sequestrate una società ed una ditta individuale che avrebbero emesso fatture false al fine di documentare costi in realtà mai sostenuti ed ottenere così finanziamenti per la realizzazione di impianti industriali per la produzione di mobili. Il sequestro dei beni è stato disposto dal gip del Tribunale di Lamezia Terme su richiesta della Procura della Repubblica.

(Fonte: Ansa)

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA