Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto

Un pomeriggio che dimenticheranno difficilmente F. C.,92 anni e suo fratello P. C., 75. I due anziani sono stati brutalmente aggrediti nella loro abitazione di via Caloprese da un rumeno di quarant’anni che da tempo era ospite presso la
coppia insieme a sua moglie. Ovviamente incomprensibili i motivi del folle gesto dell’uomo che pare possano essere stati dettati da un impeto di gelosia per le avances che il vecchio ospite avrebbe riservato a sua moglie. Ma si tratta solo di ipotesi che devono essere tutte confermate. Le due vittime non sanno spiegarsi i motivi della brutale aggressione, mentre il protagonista di questa storia, al momento del fermo, era completamente ubriaco e ripeteva parole senza senso. Nemmeno la vista dei poliziotti è riuscita a calmare il rumeno che ha provato a reagire all’alt dei poliziotti. Gli agenti hanno avuto il loro bel da fare per immobilizzarlo e poi protarlo in Questura. I due anziani, invece, sono stati portati dai sanitari del 118 presso l’ospedale dell’Annunziata.
Per fortuna non hanno riportato gravi conseguenze ma solo molti lividi e più di un’ecchimosi. Da stamattina l’uomo è in stato d’arresto presso il carcere di via Popilia.

Leggi articolo completo su “Il Quotidiano della Calabria” oggi in edicola

1|8]Nella foto il rumeno arrestato a Cosenza (foto Tosti)

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •