Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto

Era stato trasferito dopo lo sgombero della struttura di Serra D’Aiello, in una casa di cura di Malito, un ex degente dell’Istituto Papa Giovanni XXIII, che è morto a causa di un infarto.
L’uomo è stato soccorso dal personale della casa di cura ma è morto poco dopo. Le cause della morte, secondo quanto si è appreso, non avrebbe però alcun collegamento con il trasferimento dal Papa Giovanni.
Ieri intanto, si è svolta a Cosenza la protesta dei 550 dipendenti del Papa Giovanni XXIII, nei pressi della curia arcivescovile.
L’Istituto Papa Giovanni, infatti, è di proprietà di una fondazione che fa capo alla curia e i lavoratori hanno chiesto la vendita del Papa Giovanni ad una società che possa rilanciarne l’attività.

1|8]Nella foto: i dipendenti protestano dinanzi alla Curia di Cosenza

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •