Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto

Volevano far fuori un cane in un modo brutale. Grazie ad un macchinista che viaggiava in senso opposto l’animale è stato salvato. Nella mattinata di mercoledì è stata segnalata alla sala controllo la presenza di un cane, legato al binario.
Bloccato il traffico ferroviario in direzione Sud, sul posto sono giunti i dipendenti di Trenitalia ed il responsabile della Lega italiana dei diritti dell’animale, di Scalea. La corda era legata saldamente alla rotaia, ma il cane era riuscito a liberarsi da solo. Lungo i binari, in seguito a verifica, non sono state trovate, infatti, tracce di sangue. «Ci chiediamo – scrive Giuseppe Crusco della Lida – come si può arrivare a tutto ciò? Legare un cane al binario con l’intento di farlo morire. Pensiamo che dietro questi gesti ci siano problemi psicologici». L’accaduto è stato denunciato alla Procura, contro ignoti.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •