X
<
>

Condividi:

Mitra kalashnikov, fucili a pompa, pistole; un vero e proprio arsenale di armi è stato scoperto dalla polizia a Cinquefrondi, nel reggino, nell’abitazione di una persona incensurata. L’operazione che ha portato alla scoperta delle armi è stata condotta dalla squadra mobile di Reggio Calabria e dal commissariato di Polistena. L’ipotesi degli investigatori è che la persona arrestata, definita al di sopra di ogni sospetto, nascondesse le armi per conto di alcune cosche della ‘ndrangheta, che le avrebbero poi utilizzate per compiere omicidi ed attentati. Nell’abitazione dell’incensurato è stato travato anche un quantitativo di esplosivo artigianale, oltre a centinaia di munizioni.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA