Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 Minuti

POTENZA – Quando la 681esima sezione su 681 è stata chiusa, è risultato chiaro che anche in Basilicata – per quanto riguarda le elezioni europee – il primo partito è il Popolo delle Libertà, con 103.801 (la percentuale è del 33,4%, al di sotto della media nazionale). Al Partito democratico sono andati 91.352 (29,4%).
Molto buono il risultato di Di Pietro Italia dei valori, con 38.320 (12,3%).E infatti il primo a rilasciare dichiarazioni è Felice Belisario, senatore Idv: «Ora lavoriamo per cambiare la Basilicata. Lo straordinario risultato ottenuto alle europee e il suo indubbio valore politico obbligano l’IdV ad uno sforzo particolare per portare lo schieramento riformista a vincere i prossimi appuntamenti elettorali. Cambiare si può, migliorare si deve: come hanno chiesto i cittadini lucani».
All’Unione di centro sono andati 24.333 (7,8%). In Basilicata, inoltre, non è andata male – come a livello nazionale – il partito Sinistra e libertà che, 16.577 voti, arriva al 5,3%. Risultato non proprio lusinghiero per Rifondazione comunista, che con 13.959 raggiunge il 4,5%. Per La destra Mpa-pensionati 6.777 (2,2), 5.738 voti alla Lista Marco Pannella – Emma Bonino (1.8%). Fiamma Tricolore ha ricevuto 4.528 voti (1,4%), Liberal Democratici – Maie 2.298 voti (0,7). Anche la Lega Nord, incredibilmente, ha i suoi fan in Basilicata, avendo preso 1.775 voti (0,6). Maglia nera per Forza Nuova: 1.076 (0,3%).

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •