Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 Minuti

Si è tenuto questa mattina al Comune di Cosenza, un incontro al quale hanno preso parte il Sindaco, Salvatore Perugini, il Presidente della Camera di Commercio, Giuseppe Gaglioti, il Presidente e l’Amministratore Delegato del Cosenza Calcio 1914, Damiano Paletta e Pino Chianello.
Il primo cittadino e gli Amministratori del Cosenza Calcio hanno ringraziato il Presidente Gaglioti per le consultazioni avute con la classe imprenditoriale, tutte finalizzate a verificare la possibilità di apporti collaborativi per il rafforzamento della Società.
Il Presidente Gaglioti ha poi illustrato il contenuto e gli esiti delle consultazioni che, in estrema sintesi, si possono così rappresentare.
Pur nelle difficoltà del momento e di evidente crisi economica che attraversa il Paese e il Mezzogiorno in particolare, vi sono imprenditori che, senza coinvolgimento alcuno nella gestione, intendono apportare, nelle forme che saranno stabilite, significativi contributi finanziari.
Esistono altri gruppi imprenditoriali che hanno dichiarato interesse a coinvolgersi direttamente nella compagine sociale e, quindi, nella gestione, ovviamente all’esito di incontri e colloqui che nei prossimi giorni avranno con i rappresentanti della Società.
Il Presidente Gaglioti, con la dovuta e assoluta riservatezza, ha consegnato agli Amministratori della Società una relazione riepilogativa delle consultazioni, che costituisce la base costruttiva dei futuri prossimi passaggi che saranno compiuti direttamente dagli Amministratori del Cosenza Calcio 1914. Al termine dell’incontro, il Presidente e l’Amministratore Delegato della Società hanno ribadito che, nelle more del perfezionamento delle possibili intese, considerata la concomitanza di tempi tecnici non dilazionabili, hanno già provveduto e stanno comunque provvedendo a rispettare le scadenze federali per la regolare iscrizione del Cosenza Calcio al prossimo campionato.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •