X
<
>

Condividi:

Avrebbe minacciato l’ex moglie, dalla quale è in corso l’iter di separazione, esplodendo due colpi di pistola in aria, minacciandola e legandola con una fune. È accaduto a Soveria Simeri, dove i carabinieri della Compagnia di Sellia Marina hanno arrestato un uomo di 45 anni, Francesco Macrì.
Nei suoi confronti era stata emessa un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del Tribunale di Catanzaro, con le accuse di maltrattamenti in famiglia, sequestro di persona e violenza.
I fatti sarebbero accaduti lo scorso 28 agosto, quando Macrì si sarebbe recato a casa della donna, forse per concordare alcuni particolari sulla separazione. È qui che l’uomo avrebbe perso il controllo e avrebbe aggredito l’ex consorte, esplodendo anche i due colpi in aria con un’arma che non è stata ancora ritrovata. A quel punto il quarantacinquenne ha fatto perdere le proprie tracce ed è stato rintracciato dopo qualche giorno.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA