X
<
>

Tempo di lettura 3 Minuti

La celebrazione della Festa dei Lavoratori, che vuole ricordare l’impegno del movimento sindacale e i traguardi raggiunti, quest’anno si terrà a Rosarno, come segno di solidarietà a tutti i lavoratori che hanno subito e tuttora subiscono ingiustizie. Alla manifestazione saranno presenti i tre segretari generali nazionali Epifani, Bonanni e Angeletti.
“Sarà un Primo Maggio all’insegna della dignità del lavoro, troppe volte calpestata” ha detto il segretario della Cisl, Raffaele Bonnani, durante la presentazione, nella sede Rai di Viale Mazzini, delle iniziative dei sindacati per la giornata dei lavoratori. “La dignità del lavoro – ha detto il leader Cisl- è stata calpestata da veri e propri atti di schiavismo e sfruttamento bestiale. E’ accaduto a Rosarno, ma anche in altri posti come Castel Volturno, o Foggia. Noi quest’anno saremo a Rosarno per ribellarci a queste realtà” di sfruttamento del lavoro e di discriminazione degli immigrati “che è presente non solo al Sud ma anche in tanti territori del Nord”.
“Dopo gli avvenimenti che hanno portato Rosarno all’attenzione dei media nazionali ed internazionali a causa dello sfruttamento spietato, poi sfociato negli scontri, che si è consumato verso gli immigrati di colore impegnati per pochi soldi nella raccolta degli agrumi ed in condizioni di vita vergognose – si legge in una nota stampa di Italia dei Valori – ci sembra un ottimo segnale ripartire proprio da quei luoghi simbolo, affinché nessuno dimentichi “i fatti di Rosarno”, nessuno faccia più finta di non vedere violenze e soprusi perpetrati dalla criminalità organizzata a immigrati buoni solo a lavorare come bestie e non si aspetti più che una situazione incandescente possa sfociare nelle violenze di quei terribili giorni. Dovrà essere una giornata all’insegna degli obbiettivi comuni che possono ridare dignità e speranza alla nostra terra: lavoro, accoglienza, legalità e noi saremo lì con loro, tra loro”.
“Il primo maggio sarò a Rosarno in segno di solidarietà di tutti i lavoratori, ma soprattutto di quanti ancora sono alla ricerca della prima occupazione” ha affermato la parlamentare del Pd Maria Grazia Laganà Fortugno, componente della Commissione Difesa della Camera. “Una giornata simbolo per stare vicino agli immigrati e a tutti coloro che sono stati costretti chissà per quanto tempo a vivere e lavorare sotto la schiavitu’ di gente senza scrupoli. Con la delegazione del mio partito, il Pd, per gridare a gran voce il progetto Italia e, con esso, il primo diritto sancito dalla Costituzione, il lavoro. Sono fermamente convinta che con il lavoro e lo sviluppo si può riuscire a sradicare anche la mala pianta della criminalità organizzata, che finora, in alcuni territori della Calabria, come dimostrano i recenti fatti successi sulla Piana di Gioia Tauro, e in particolare proprio a Rosarno, ha condizionato il sistema di accoglienza e di integrazione degli immigrati. Bisogna concentrare ogni sforzo, ad ogni livello, per ripristinare e rafforzare i valori del lavoro, come valori che accomunano tutti i popoli”.
Il Tg3 seguirà l’evento in diretta da Rosarno dalle 10.15 alle 11.15, attraverso uno Speciale, con l’inviata Carmen Santoro in collegamento da studio con Niccolo’ Bellagamba. Rai News 24 seguirà la manifestazione sindacale a Rosarno, con interviste e collegamenti in diretta dal palco e a Portella della Ginestra (Enna), per la cerimonia organizzata in occasione del Primo maggio dall’Associazione Partigiani d’Italia. Ancora, contributi e servizi sulla celebrazione preparata dall’Ugl a Pomigliano d’Arco. RaiNews seguirà inoltre le varie fasi del Concertone con ampie finestre e interviste ai protagonisti.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA