X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

Ancora non riesce a crederci, Micaela Foti: “dedico la mia vittoria alla Calabria e alla mia Reggio, che mi hanno sostenuto con tantissimo affetto». Ha solo diciassette anni ma anche un sogno che si avvera: le porte del teatro Ariston, per la cantante reggina, si sono ufficialmente aperte ieri, quando il televoto e la giuria l’hanno incoronata tra i sei giovani di Sanremo 2011.
Una selezione durissima, partita tra settecento giovani di diverse regioni italiane, e superata a pieni voti con il brano “Fuoco e cenere” lasciandosi dietro Neks, Infranti Muri e Le Strisce. Durante la puntata di ieri di “Domenica in… Onda”, presentata da Lorella Cuccarini, sono stati annunciati i sei giovani che hanno superato la Gara 2 di Sanremo Giovani 2011 che accedono direttamente al Festival di Sanremo 2011, insieme a Roberto Amadè e Gabriella Ferrone, che hanno avuto accesso di diritto avendo vinto Area Sanremo 2010, l’ex Sanremolab. Micaela c’è, con il suo cavallo di battaglia, ben recensito dalla critica.
Con lei, sul palcoscenico più ambito della musica italiana, ci saranno Serena Abrami, con il brano “Lontano da tutto”; Anansi, (Stefano Bannò) con “Il sole dentro”; Btwins, con il brano “Mi rubi l’amore”, ed ancora Raphael Gualazzi con “Follia d’amore” e Marco Menichini che canterà “Tra tegole e cielo”.
Soddisfattissimi i produttori dell’etichetta milanese “Miseria e nobiltà” Pasquale Lacquaniti e Francesco Monteleone, e gli autori del brano che adesso sarà interpretato sul palcoscenico sanremese, “Fuoco e cenere” scritto e composto da Luca Venturi, Luciano Nigro e, per la composizione, da Luca Venturi. Micaela sarà l’unica minorenne in gara. Diciotto anni il prossimo 25 maggio, questa reggina nata nella città jonica di Melito Porto Salvo ne ha già fatta di strada, malgrado la giovane età. Adesso il debutto alla sessantunesima edizione del festival della canzone italiana, dalla città dei fiori il 15 febbraio prossimo, sul palcoscenico con Gianni Morandi.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA