X
<
>

Condividi:

di ANTONIO MUTASCI

MATERA – Una storia a lieto fine. Il volpino di nome Chicca, grazie alla nostra segnalazione, è stato riconosciuto da un familiare del padrone ed è poi tornato a casa.
Tutto è partito con l’alluvione che ha colpito la città dei Sassi, e tutta l’area del Metapontino, martedì scorso. Il piccolo amico a quattro zampe per la paura dei tuoni e dei fulmini è fuggito dalla spazio a lui riservato, scavalcando un cancello. ha iniziato a girovagare in cerca di un riparo per poi giungere nella zona di via Gravina, dove la signora Franca l’ha ritrovato e lo ha preso con sè.
La signora Franca già di suo aveva con sè due cani e quindi non ha avuto il coraggio di abbandonare il piccolo volpino al suo destino e lo ha accolto in casa.
Per cercare di riportare a casa il cane la signora Franca si è rivolta a noi chidendo di pubblicare una foto del cane.
Nell’edizione di sabato abbiamo pubblicato abbiamo pubblicato una foto di Chicca e lo stesso giorno, il fratello del proprietario ha riconosciuto l’immagine apparsa sul Quotidiano, ha immediatamente contattato il fratello che è corso a chiamare la signora Franca. Una piccola “carrambata”!
«Chicca ha subito riconosciuto il suo padrone – ci spiega la signora Franca, contattata dopo che avevamo avuto notizia del riconoscimento – e gli ha fatto le feste.
In verità non sapendo come si chiamava, anche io l’ho chiamata Chicca. E il destino ha voluto che era realmente il suo nome. Il suo padrone mi ha detto che ha 14 anni, ma dalla piccola stazza non avrei mai immaginato che era così grande. Sono contenta che Chicca abbia ritrovato il suo padrone. Adesso è tornata a casa dove ritrova i suoi cari e anche altri due cani che sono i suoi compagni di giochi».
Una di quelle storie che hanno un lieto fine, che è bello raccontare. Insieme alla signora Franca ci sentiamo soddisfatti per questa “piccola vittoria”.
Speriamo che Chicca non debba più fuggire impaurita.
[email protected]

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA