X
<
>

Condividi:

Sono 1.400 gli immigrati presenti oggi nel centro di accoglienza di Lampedusa, dove il flusso di arrivi si è rallentato a causa delle cattive condizioni del mare. Gli ultimi ad approdare sono stati la notte scorsa 55 tunisini che erano a bordo di una imbarcazione soccorsa dalla guardia di finanza mentre rischiava di affondare a una cinquantina di miglia dall’isola, in pieno Canale di Sicilia.
Oggi sono stati programmati due voli per trasferire 250 persone in strutture di accoglienza di Calabria e Puglia. Per il secondo giorno consecutivo le avversità meteorologiche hanno impedito l’arrivo del traghetto della Siremar, e dunque non sarà possibile spostare a Porto Empedocle (Agrigento) immigrati con la nave. Ieri con il ponte aereo erano stati trasferiti circa 300 migranti.
Già ieri era partito un ponte aereo per svuotare il centro di accoglienza di Lampedusa, saturato dall’ondata di sbarchi
Gli stranieri che hanno lasciato l’isola ieri sono stati destinati a Crotone e a Bari. Il prefetto ha riferito di aver «verificato che nel centro si aggirano in maggioranza giovani, tra i 20 e i 25 anni. Nessuno di loro ha finora presentato problemi di salute a parte qualche laringite».

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA