X
<
>

Condividi:

Mister Atzori non si fida della Triestina ed ha preparato la gara di oggi con molto scrupolo mettendo i suoi giocatori sotto pressione per tutta la settimana. Il tecnico amaranto anticipa i temi della sfida di oggi e cerca di fare capire con quale spirito la squadra si presenterà in campo: «L’idea è la stessa che avevo prima di affrontare le squadre di questo ciclo vincente e in particolare, prima del Frosinone. Avete visto quante insidie ci ha riservato, dobbiamo stare accorti e giocare con la stessa intensità di quella giornata. Non è stato facile vincere quella partita, non sarà facile neanche vincere con la triestina. Quando si partecipa a un campionato di serie B così lungo, con tanti equilibri e con tante squadre che hanno comportamenti irregolari, non si può stare mai tranquilli. Chi l’avrebbe detto che il Piacenza avrebbe vinto a Siena, anche l’ultima in classifica può vincere contro la prima e pertanto, nessuno e tanto meno noi, possiamo permetterci di rilassarci. Se lo facciamo rischiamo di prendere tre gol. Dobbiamo mantenere alta la tensione e il ritmo, altrimenti smetteremo di essere la Reggina che stiamo vedendo in queste ultime settimane e che avevamo anche visto nel girone di andata». Una settimana di lavoro molto intensa per i ragazzi amaranto dedicata in particolare all’aspetto tattico e per la partita saranno tutti disponibili. E mister Atzori crede nei play off: «Sì, sono convinto che si faranno perché sarà difficile che tra la terza e la quarta ci saranno dieci punti di distacco. Sono anche convinto che la Reggina potrà mantenere una posizione di testa. Non vedo eccessiva differenza tra le squadre che lottano per il terzo posto, la situazione di livellerà ancora di più».

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA