X
<
>

Condividi:

di Pietro Scognamiglio

QUINTO posto a due giornate dalla fine, con la possibilità di prendere l’ascensore per salire uno o due piani. A patto di fare bottino pieno nelle rimanenti sfide contro il fanalino di coda Benevento e (soprattutto) contro Messina, che sarà di scena al PalaPergola per l’ultima di regular season. Il soffertissimo successo di sabato contro Reggio Calabria ha restituito fiducia a una Basilia che già comunque sette giorni prima, sul campo della capolista Battipaglia, anche senza vincere aveva dato importanti segnali di risveglio. “Abbiamo raggiunto l’obiettivo minimo stagionale di entrare nei play off – commenta coach Michele Paternoster – e la soddisfazione è doppia perchè gli ultimi due punti sono arrivati nell’emergenza. Senza Aurigemma e Imperiale fuori per infortunio, con Stamegna e Carluccio scese in campo acciaccate, temevo particolarmente una una partita che si è rivelata ricca di insidie”.
In effetti il 37-42 di fine terzo quarto non lasciava presagire nulla di buono. “Subito dopo è uscita per falli Crovatto – continua l’allenatore potentino – un colpo non di poco conto per il valore tecnico di Sonia e perchè era l’unico elemento di esperienza che avevo a disposizione. E’ in questo frangente che però ho avuto la migliore risposta del gruppo. Abbiamo giocato i minuti decisivi punto a punto con un quintetto giovanissimo, capace di non perdere la testa sui palloni decisivi e di tirare fuori una voglia di vincere superiore a ogni acciacco o difficoltà”.
In effetti la Basilia avrebbe potuto chiudere i conti anche prima con una maggiore precisione dalla lunetta, ma il dato passa in secondo piano quando il lavoro settimanale degli allenamenti trova la gratificazione più esplicita: tutte pronte nel momento in cui vengono chiamate in causa. “Abbiamo affrontato gli ultimi sette minuti con un quintetto giovanissimo – conferma Paternoster – che ha dimostrato però di poter stare benissimo in campo. Carluccio e De Luca nei momenti chiave si sono prese le loro responsabilità costringendo le avversarie a falli importanti, Stamegna ha preso rimbalzi decisivi quasi quanto un canestro, senza trascurare il contributo fondamentale di tutte le altre”.
Dopo una giornata di riposo supplementare le rossoblu si ritrovano oggi per riprendere la preparazione in vista della trasferta di Benevento, in programma domenica. “Sarà difficile recuperare le infortunate – conclude Paternoster – anche per questo guai a sottovalutare l’impegno. Affronteremo una squadra che lotta per non retrocedere e farà di tutto per renderci la vita difficile”.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA