X
<
>

Condividi:

Matera ricorderà a settembre, con una iniziativa che coinvolgerà l’Istituto nazionale di urbanistica, i 100 anni dalla nascita Ludovico Quaroni, tra i progettisti del borgo rurale di La Martella, realizzato negli anni ’50 con i programmi dell’Unrra-Casas per accogliere le famiglie dei rioni Sassi, così come previsto dalla legge di “risanamento» del 1952. Lo si è appreso oggi a Matera nel corso della presentazione della pubblicazione «Matera-La Martella», curata da Franco Di Pede dello Studio Arti Visive, con testi di Pasquale Doria, Domenico Riccardi, Franco Di Pede e don Egidio Casarola. Il lavoro ripercorre le tappe che portarono alla realizzazione del borgo, al quale si interessarono economisti e sociologi italiani e stranieri e tra questi il movimento «Comunità» di Adriano Olivetti. L’opera di Quaroni è ricordata, inoltre, per la progettazione della chiesa di San Vincenzo dè Paoli, che continua a rappresentare un esempio di architettura d’avanguardia e di interesse per le opere realizzate da artisti come Giorgio Quaroni, Luciano Nioi, Andrea Cascella, Floriano Bodini, Pasquale Santoro, Franco Di Pede, Roberto Marino, Bruno Aller e altri.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA