X
<
>

Condividi:

Mentre la squadra si allena, prima al Sanvitino e poi sul tappeto verde del San Vito Gigi De Rosa motiva i calciatori al meglio per tenerli sulla rotta giusta in questo finale di stagione. La squadra ieri ha avuto un incontro con l’amministratore unico dei rossoblù, Eugenio Funari (in foto), per fare il punto della situazione e attendere la scadenza per il pagamento dello stipendio che, come ha riferito il numero uno del club, avverrà a metà settimana.
E proprio l’amministratore unico ieri ha ufficializzato i primi ingressi in società: «Volevo rendere noti i primi nomi che hanno aderito al progetto societario del Cosenza calcio. Sono Orazio Caruso, imprenditore con interessi nel settore della vendita alimentare, titolare di un supermercato e Mario Gervasi, titolare di una società noleggio video giochi che hanno acquisito rispettivamente il 2% a testa del Cosenza. Lo stesso ha fatto il responsabile dell’area tecnica Luca Bruni che è passato dall’1 al 2%. Entro lunedì piazzeremo un altro 5 % della società per portare a buon fine il primo passaggio del nostro progetto. Poi, però, la città dovrà svegliarsi».
Questo l’appello di Funari a chi dovrebbe tenere alla maggiore società sportiva della provincia. Sul fronte del deferimento, ieri lunga riunione dell’amministratore unico del Cosenza con l’avvocato Edoardo Chiacchio per stabilire la linea difensiva della società rossoblù. Proprio Chiacchio rivela la linea difensiva del Cosenza e anche cosa rischia il club per il doppio deferimento nel quale è incappato giovedì scorso. «Ritengo che la Procura federale chiederà più di due punti di penalizzazione – esordisce Chiacchio – Contesta quattro inadempimenti e dunque potrebbe chiedere quattro punti di penalizzazione. Faremo di tutto con le nostre argomentazioni di diritto per cercare di arrivare a soli due punti di penalità. Ripeto, gli addebiti sono incontestabili, ma lotteremo per addurre le nostre ragioni. Le posso solo dire che abbiamo argomentazioni valide per ottenere un risultato. Il mio staff sta lavorando sodo e sin da subito e lunedì ci presenteremo a deporre».

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA