X
<
>

Condividi:

– Il consiglio regionale della Basilicata, nel corso della riunione che si sta svolgendo a Potenza, ha approvato all’unanimità un disegno di legge sulle “Nuove norme in materia di interventi regionali per la prevenzione e la lotta dei fenomeni dell’usura e dell’estorsione». «La Basilicata – ha detto attraverso l’ufficio stampa della giunta il presidente, Vito De Filippo – unitariamente dice no all’usura. Il fatto che il consiglio regionale abbia approvato all’unanimità il disegno di legge presentato dalla giunta è estremamente significativo proprio perchè dimostra come la lotta a questo fenomeno che attanaglia le nostre attività economiche e le nostre famiglie non abbia colore». La legge integra le norme nazionali: è previsto, tra l’altro, un fondo annuo di circa 400 mila euro (a cui si può accedere attraverso le associazioni convenzionate, che presenteranno istanza al commissario regionale antiusura) e la tutela legale anche per gli aspetti civilistici. «La Basilicata – ha aggiunto De Filippo – è stata la prima regione in Italia a dotarsi nel 2004 di una legge di appoggio e di integrazione a quella dello Stato e oggi è pronta a rilanciare mettendo in campo strumenti ancor più efficaci grazie alle indicazioni che ci vengono dalle associazioni antiusura. Abbiamo messo su uno strumento in grado di rispondere alle esigenze delle vittime e di contrastare l’attività dei carnefici».

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA