X
<
>

Condividi:

Il campionato della Reggina è diventato un bel rompicapo, anzi un enigma. La posizione in classifica e gli impegni più immediati, la pongono ad una svolta. La squadra amaranto, in buona sostanza, non deve perdere a Torino per cercare di mantenere il contatto con i plat off e poi battere in casa il Novara per riprendersi saldamente il posto utile per la A. La situazione è ormai molto chiara: per la Reggina non ci sono alternative. L’enigma è costituito solo da quello che la squadra potrà dare in termini di rendimento e soprattutto, risultato. Bonazzoli e compagni hanno fatto tanto per l’intera stagione, ma hanno rovinato la festa sabato scorso, con una sciagurata prestazione che, per l’esito finale, ha lascito il segno. Come se non bastasse, la rabbia della sconfitta per un arbitraggio scandaloso e provocatorio, ha messo la squadra nelle condizioni di non potere contare sull’apporto di elementi esperti e smaliziati. A Tedesco infortunato, si aggiunge l’uomo gol Bonazzoli. A Barillà, anche lui ancora fuori gioco, si aggiunge il giovane e vitale Rizzo che stava cercando di riprendersi dopo un fastidioso infortunio. Morale della favola, la Reggina parte con una serie di gravi handicap e mister Atzori deve compiere il miracolo, tirando dai resti della squadra, tutte le motivazioni possibili per compiere l’impresa a Torino.
Intanto per la Reggina è arrivata anche la notizia del deferimento, ma nulla di grave. La società amaranto, infatti, è tra le dodici di serie A e B, deferite dal Procuratore federale alla Commissione Disciplinare «per non aver utilizzato il conto corrente indicato in sede di ammissione al campionato di competenza, al fine di effettuare il pagamento degli emolumenti dovuti ai propri tesserati». In lista ci sono Varese, Cesena, Sampdoria, Brescia, Milan, Ascoli, Catania, Napoli, Crotone, Modena e Torino. Non c’è rischio di penalizzazione, è solo un richiamo. Sul fronte degli allenamenti in vista della gara di Torino, oggi, seduta con corsa leggera, palestra e partita a ranghi ridotti. Quindi, lavoro pesante, sia sul piano fisico e tattico fino a sabato. Da venerdì pomeriggio, gli allenamenti si effettueranno a porte chiuse. Domenica mattina, alle ore 10:00, partenza per Torino, in attesa del posticipo di lunedì sera (ore 20:45), contro la squadra granata. Mister Atzori dovrà verificare bene le condizioni dei suoi giocatori e decidere come sostituire i molti assenti. Ai vari Tedesco, Burzigotti e Barillà, si dovrebbero aggiungere Bonazzoli e Rizzo. Da verificare anche le condizioni di Zizzari che potrebbe essere il sostituto di Bonazzoli, in caso di necessità.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA