X
<
>

Condividi:

CATANZARO – La Procura della Repubblica di Catanzaro sta valutando la possibilità di disporre l’interrogatorio dei calciatori che disputarono la gara di play off di Lega Pro disputata il 6 giugno 2010 tra l’Fc Catanzaro e la Cisco Roma. Gli interrogatori rientrerebbero nell’ambito dell’inchiesta sulle presunte anomalie nella gara denunciate dall’attuale società di calcio del capoluogo calabrese. Il sostituto procuratore della Repubblica Domenico Guarascio, dopo avere valutato l’esposto, ha intenzione di acquisire anche le dichiarazioni dei calciatori che sarebbero sentiti in qualità di testimoni. Sono ancora in corso, invece, le verifiche relative alle puntate fatte sulla gara e gli accertamenti su eventuali scommesse clandestine. 

L’incontro tra Fc Catanzaro e Cisco Roma, svoltasi allo stadio Flaminio, fu vinta per 4-0 dalla squadra capitolina che, grazie al risultato favorevole, riuscì ad ottenere la promozione in prima divisione, nonostante la sconfitta al ritorno. La Procura ha attualmente acquisito la rosa dei calciatori che scesero in campo per disputare la partita. L’attuale società del Catanzaro Calcio ha chiesto alla Procura di valutare se ci sono elementi di rilevanza penale relativamente all’andamento della gara ed a scommesse anomale che, secondo l’esposto, furono giocate nel capoluogo calabrese. La denuncia è stata presentata al Pm Guarascio, che è titolare anche dell’inchiesta sui presunti contratti fittizi sottoscritti dall’Fc Catanzaro, fallita negli anni scorsi, e 13 calciatori che ora sono indagati.
Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA