X
<
>

Condividi:

LAMEZIA TERME – Fortunato Bernardi, Giovanni Cannizzaro, Pasquale De Luca, Domenico Palazzo, Rosario Perri, Vinicio Puppin, Francesco Stranges e Domenico Strangis. Otto nomi, otto amanti delle due ruote. Otto lametini periti nel tragico incidente stradale del 5 dicembre di due anni fa e il cui ricordo è rimasto indelebile per la città di Lamezia Terme. Otto ciclisti amatoriali che la città e l’amministrazione comunale hanno voluto ricordare e omaggiare anche ieri durante il passaggio della 4^ tappa del Giro D’Italia 2013 “Policastro Bussentino – Serra San Bruno”. Un passaggio “obbligato” che la direzione tecnica del giro ha inteso ripetere, così come aveva fatto lo scorso anno, quel giro così importante per il podio finale, affinché non si dimentichino quei volti. Una festa dedicata a loro e a quella passione che per una tragica fatalità li ha strappati dagli affetti terreni. Per loro, per le loro famiglie e in questa occasione, l’Amministrazione comunale che ha già avviato i lavori per la realizzazione di una pista ciclabile e consegnato alla carovana pubblicitaria che ha anticipato il passaggio dei ciclisti, una litografia realizzata dall’artista Maurizio Carnevali e raffigurante otto ciclisti lungo il percorso della vita. Rappresentazione che ha ispirato l’artista a realizzare la stele voluta dall’Amministrazione comunale e dedicata sempre alla memoria dei ciclisti scomparsi. Sempre ieri, l’Amministrazione comunale e il sindaco Gianni Speranza, ha provveduto alla presenza dei familiari delle vittime, dei loro amici e delle forze dell’ordine, a depositare una corona di alloro sulla grande colonna votiva a loro dedicata.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA