Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto

«Spero d’incontrare la dirigente della sede Inps di Rossano (Cs), Maria Giovanna Cassiano, per stringerle la mano, ringraziarla per quello che ha fatto e incoraggiarla ad andare avanti con serenità nonostante le minacce ricevute. È ora di sradicare l’illegalità ovunque si annidi».
Il presidente della Regione Calabria Agazio Loiero, al rientro da un breve periodo di vacanza, ha appreso la vicenda della dirigente Inps costretta a vivere sotto scorta dopo pesanti minacce e non ha voluto farle mancare la propria solidarietà «anche a nome dei calabresi».
«Se la truffa c’era – ha spiegato Loiero tramite una nota del portavoce – non poteva che essere denunciata. E bene ha fatto la dottoressa Cassiano a denunciarla. Non sono, dunque, tollerabili minacce palesi e occulte. Le istituzioni e la società civile devono schierarsi senza se e senza ma dalla parte della funzionaria dell’Inps che ha fatto solo il suo dovere. Nè qualcuno può pensare di ricattare lavoratori e poi utilizzarli come scudi umani, perchè se singoli errori ci sono stati possono essere sempre riparati. La fermezza – ha concluso Loiero – in questo casi è necessaria e mi auguro che Prefettura, forze dell’ordine e magistratura riescano a garantire sicurezza e serenità a chi, come Maria Giovanna Cassiano, ha fatto soltanto il proprio dovere, seguendo la linea della legalità e del rispetto della legge».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •