Tempo di lettura < 1 minuto

Il corpo ritrovato questa mattina nelle campagne di Acri, è di Giorgio Pellicorio, 56 anni, incensurato, residente nella zona.
Il cadavere era vicino alla sua vettura, una Fiat Panda bianca.
Gli inquirenti sembrano escludere che si sia trattato di omicidio e propendono per l’ipotesi di un suicidio o di un incidente. A poca distanza dal corpo è stato trovato un fucile dal quale sarebbe partito il colpo che ha provocato la morte di Pellicorio.
Pellicorio era infatti un noto cacciatore e, data la posizione del corpo e dell’arma trovata vicino, potrebbe essere rimasto vittima di un colpo partito accidentalmente.
L’esame autoptico fornirà ulteriori elementi. Sull’accaduto indagano i Carabieniri della compagnia di Rende, al comando del capitano Adolfo Angelosanto.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •