Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto

Dolore, disperazione, tanta rabbia. E un comune listato a lutto. E’ stato un sabatop surreale per la Locride. In centinaia hanno partecipato stamattina ai funerali di Giuseppe Pellegrino e Alessandro Femia, i due diciassettenni travolti e uccisi da un Suv mercoledì sera in via Cristoforo Colombo. A presiedere il rito funebre nella cattedrale di Locri è stato il vescovo Giuseppe Fiorini Morosini. “Come vorrei che in questo momento potesse essere realizzata la parola del Vangelo e che Gesù, allora,facesse rialzare questi due giovani morti e restituirli ai loro cari” ha detto il pastore della Diocesi. Commoventi i messaggi dagli amici. E’ stato un sabato surreale per la città di Locri. IIn centinaia hanno partecipato stamattina ai funerali di Giuseppe Pellegrino e Alessandro Femia, i due diciassettenni travolti e uccisi da un Suv mercoledì sera in via Cristoforo Colombo. A presiedere il rito funebre nella cattedrale di Locri è stato il vescovo Giuseppe Fiorini Morosini. “Come vorrei che in questo momento potesse essere realizzata la parola del Vangelo e che Gesù, allora,facesse rialzare questi due giovani morti e restituirli ai loro cari” ha detto il pastore della Diocesi. Commoventi i messaggi dagli amici hce hanno ricordato i momenti trascorsi all’oratorio dei Salesiani, sui campi di calcio e tra i banchi di scuola.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •