•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Tempo di lettura < 1 minuto

I carabinieri della compagnia di Vibo Valentia hanno arrestato un uomo di 53 anni, impiegato. L’uomo da anni perseguitava la propria madre con minacce e percosse. Una situazione che era ben nota in paese e che più volte aveva portato i Carabinieri ad intervenire per sedare gli animi e per evitare che l’uomo, da tempo in cura per problemi mentali, passasse dalle parole ai fatti.
Una situazione insostenibile per lanziana donna e che ieri è esplosa nuovamente con l’ennesima aggressione verbale del figlio.
Dopo urla, insulti e qualche vaso di fiori per aria, sono così intervenuti gli uomini della Stazione Carabinieri di Cessaniti e del N.O.R.M.
L’anziana madre ha raccontato lennesimo scatto d’ira del figlio mentre, proprio davanti ai Carabinieri, continuavano a giungere le telefonate con cui l’impiegato minacciava l’anziana di non dire niente ai militari se non voleva patire conseguenze ben più gravi.
I Carabinieri dopo aver tranquillizzato la donna, hanno rintracciato nel piccolo abitato il figlio, noto alle forze dell’ordine, e lo hanno ammanettato con l’accusa di atti persecutori. Il 53enne sarà processato per irettissima.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA