Tempo di lettura < 1 minuto

Un impiegato cinquantenne di Bovalino (Rc) è stato denunciato dai carabinieri della compagnia di Locri perchè per oltre 2 anni avrebbe intercettato illegalmente telefonate ed sms in entrata ed uscita sul cellulare della moglie.
Alla donna, una casalinga, nel 2007, il coniuge, evidentemente troppo geloso, regalò un telefonino dotato di un particolare software in grado di spiare le comunicazioni. Troppe strane coincidenze hanno insospettito l’ignara moglie dell’impiegato che si è rivolta ai Carabinieri i quali sono venuti a capo della singolare vicenda.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •