Tempo di lettura < 1 minuto

I lavoratori del call center Phonemedia, tanti giovani e moltissime donne (anche qualche passeggino con piccolo al seguito), che in Calabria occupa 2.500 persone, senza stipendio da mesi, hanno manifestato stamani davanti alla sede della Presidenza della Regione a Catanzaro: chiedono risposte dall’ente sulla loro sorte lavorativa. I manifestanti hanno innalzato striscioni con scritto «Avete fatto i vostri POR..ci comodi», facendo riferimento all’utilizzo nell’attività delle risorse dei fondi strutturali, scandendo slogan contro il presidente della Regione, Agazio Loiero e urlando il «Call center non si tocca» e «se non cambierà bruceremo la città». Alla manifestazione è presente una delegazione dei Cobas nazionali di settore. Dopo avere atteso davanti al palazzo sede della Presidenza della Regione ed avere appreso che il presidente Loiero è fuori Catanzaro, i manifestanti, seguiti da uno schieramento di poliziotti e carabinieri, si sono spostati con l’intento di proseguire la protesta in altre zone della città. «Sono quattro mesi – ha detto una delle partecipanti alla protesta – che Loiero non c’è. Intanto, in tutto questo silenzio noi non abbiamo preso gli stipendi di ottobre, novembre, dicembre, festivi e tredicesima e dalla fine dell’anno non lavoriamo più».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •