Tempo di lettura 2 Minuti

Operazione questa mattina, dei carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria per l’esecuzione di dieci ordinanze di custodia cautelare contro i componenti di un’organizzazione che avrebbe gestito un vasto traffico di sostanze stupefacenti. Ai destinatari dei provvedimenti restrittivi viene contestata l’associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, con l’aggravante delle modalità mafiose.
L’organizzazione, vicina, secondo quanto riferito dagli investigatori, alla cosca Alvaro di Sinopoli della ‘ndrangheta, aveva la sua base operativa proprio nel centro preaspromontano reggino e gestiva attraverso una fitta rete di complici (da qui scaturisce il nome dell’operazione) un traffico, in particolare, di cocaina e marijuana.
Le ordinanze di custodia cautelare sono state emesse dal gip di Reggio Calabria su richiesta della Dda. Per nove degli indagati è stata disposta la custodia cautelare in carcere, mentre una persone è stata posta agli arresti domiciliari.
Nel corso delle indagini è stata riscontrata anche la consumazione, da parte degli indagati, di altri reati come estorsioni, rapine e furti. Le indagini hanno portato anche all’arresto di quattro persone in flagranza di reato ed alla denuncia di altre due. Sono state sequestrate, inoltre, sei armi e 102 munizioni.
Elenco degli arrestati
Matteo Bonforte, Giuseppe Cannizzaro, Rocco Carbone, Mariano Delfino, Rocco Graziano Delfino,
Cosimo Fedele, tutti residente a Sinopoli (Reggio Calabria), pregiudicati;
Angelo Oliverio, residente a Sant’eufemia D’Aspromonte (Rc), Vincenzo Rechichi, residente ad Acquaro di Cosoleto (Rc), Francesco Trotta, residente a Paola (Cs), tutti pregiudicato.
È ricercato anche Domenico Cannizzaro, residente a Sinopoli (Rc).

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •