Tempo di lettura < 1 minuto

E’ stato arrestato dalle volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura Radu Ion, cittadino rumeno di anni 23, per maltrattamenti in famiglia e minaccia aggravata. Intorno alle ore 22.00 di ieri sera la Sala Operativa sarebbe intervenuta nella zona di via San Giuseppe dove qualcuno avrebbe segnalato un’aggressione in atto. Giunti immediatamente sul posto gli operatori della Polizia di Stato hanno udito le urla di una donna e così, dopo aver fatto irruzione nell’appartamento hanno trovato un uomo in stato di alterazione psichica ed una giovane donna di 17 anni con in braccio un bambino. Dalle prime informazioni dei testimoni è emerso che la giovane donna, rientrata in casa, sarebbe stata aggredita dal suo compagno con calci e pugni e la stessa, nel tentativo di sottrarsi alla sua furia, avrebbe chiesto aiuto ai vicini.
Nonostante ciò Radu Ion avrebbe preso in mano un grosso coltello da cucina puntandolo contro la propria compagna terrorizzata con ancora il bimbo tra le braccia.
Dopo l’intervento della polizia la giovane donna è stata accompagnata al Pronto Soccorso degli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria per le cure del caso. Il rumeno invece, è stato portato in Questura per gli adempimenti di rito e dichiarato in stato di arresto nella flagranza del reato di maltrattamenti e minaccia aggravata

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •