Tempo di lettura 2 Minuti

Dei lupi del Pollino indiavolati espugnano Reggio Calabria e strappano all’ Hinterreggio i tre punti che servono a non smettere ancora di sperare nella salvezza. Con un poker firmato Guastella, Picariello e Barrotti i castrovillaresi dilagano per tutto il primo tempo e fino alla mezz’ora della ripresa dominano per ben 4 reti a 1. Poi la rimonta reggina nel tentativo di raddrizzare nel finale un match chiaramente preso sotto gamba ma che comunque non basta ad arginare un avversario forse sottovalutato. Già al 5’ il Castrovillari, sugli sviluppi di un corner, reclama un calcio di rigore per un fallo di mano in mischia. Il penalty viene concesso poco dopo quando Benci tocca Picariello: dagli undici metri Guastella trova l’angolino. Al 10’ Zampaglione viene atterrato da Greco in area: lo stesso attaccante realizza il rigore e l’Hinterreggio si porta in parità. Poi però già al 17′ il Castrovillari ristabilisce le distanze con Picariello. In chiusura del primo tempo i lupi sfiorano due volte il tris prima con Vezzali poi con Zampaglione. Tris che arriva nella ripresa con la doppietta di Guastella. Ripartenza precisa dei rossoneri ancora con il solito Guastella che con un tacco libera Barrotti, il centravanti entra in area e con un diagonale gonfia ancora la rete al 16’del secondo tempo. Non basta la carica finale dell’ Hinterreggio che, nonostante le reti di Zampaglione e Benci, deve arrendersi alla grande prova di forza del Castrovillari.
Unica nota stonata di una gara emozionante, la paura finale per le sorti dell’uomo partita Guastella che al 90’, a seguito di un colpo al torace, subisce un arresto respiratorio risolto grazie all’intervento del medico sociale dell’Hinterreggio, dottor Crisalli che ha praticato una provvidenziale respirazione bocca a bocca.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •