Tempo di lettura 4 Minuti

di Roberto D’Alessandro
PISTICCI- Una partita dai due volti.
Il Pisticci fa bene nel primo tempo e risulta poco incisivo nella ripresa.
Anche mister Arleo concorda nell’analisi.
“Noi abbiamo creato le occasioni migliori, che purtroppo non siamo riusciti a sfruttare, e per questo avremmo meritato di vincere.
Nella ripresa, però, i nostri avversari si sono abbassati ulteriormente, perché sapevano di poter contare su due risultati utili e noi non siamo riusciti a renderci pericolosi.
Non abbiamo più giocato palla a terra ed abbiamo perso le misure soprattutto a centrocampo con Farinola e Guarino che non riuscivano più a far ripartire le azioni d’attacco ed hanno iniziato a sbagliare troppi palloni, tanto che ho dovuto far esordire Masiello, un ragazzo giovanissimo che, tuttavia, ha già personalità e buoni numeri.
Se non si monterà al testa, potrà essere un patrimonio del calcio pisticcese.
In avanti D’Aniello e Parente sono stati poco serviti, con quest’ultimo che, tra l’altro, non era al top per un problema ad un piede.
D’Altra parte l’organico è questo e non ci sono grosse alternative.
Domenica saremo gli stessi di oggi.
Speriamo in maggiore fortuna.
Ai miei ragazzi chiedo di fare un ultimo sforzo per questa maglia.
Coronare il sogno della salvezza dopo tutti i sacrifici fatti quest’anno sarebbe una soddisfazione immensa.
Personalmente ci credo.
Loro avranno a disposizione due risultati su tre, ma in un certo senso è meglio così.
Sappiamo di dover andare a Bitonto con il solo obiettivo di giocare a viso aperto e fare la nostra partita”.
Almeno sulla carta, comunque, il pareggio va bene al Bitonto.
L’allenatore in seconda Tullo, oggi in panchina, ammette che la sua squadra adesso ha un vantaggio non indifferente.
“Certo, per noi è un buon pareggio ed a Bitonto partiamo con il vantaggio del doppio risultato utile, ma il calcio riserva spesso delle sorprese, quindi dovremo giocare per vincere, perché aspettare il Pisticci può essere pericoloso.
Anche ieri, nonostante quanto si sia visto in campo, eravamo venuti per vincere tanto che abbiamo schierato tre attaccanti. Ma sbloccare queste partite è cosa comunque difficile.
Di solito può essere decisivo un episodio, ma se non arriva ne viene fuori una gara in cui è complicato far prevalere il proprio gioco, da una parte e dall’altra”.
r.d.a.

Tutti i risultati dei play out e play off:Risultati delle gare di andata dei play out del campionato di calcio di serie D. Le gare di ritorno si giocheranno domenica 6 giugno.
Girone A: Pro Settimo-Rivoli 0-2, già retrocessi in Eccellenza Derthona, Valle d´Aosta e Sestrese
Girone B : Borgosesia-Sestese 1-1, Caratese-Fiorenzuola 3-3, già retrocessi in Eccellenza:Caravaggio e Oltrepò
Girone C tutto deciso con le retrocessioni dirette in Eccellenza di Palazzolo, Manzanese, Montecchio Maggiore e Porfido Albiano
Girone D Castel San Pietro-Riccione 0-1, già retrocessi in Eccellenza: Adriese, Boca Pietri Carpi e Castellarano
Girone E Sporting Terni-Orvietana 1-2, Monteriggioni-Pontevecchio 1-0
Girone F Centobuchi-Renato Curi Angolana 1-2, Morro d´Oro-Luco Canistro 2-2.
Girone G Arzachena-Boville Ernica 2-2, Castelsardo-Astrea 2-1
Girone H: Pisticci-Bitonto 0-0; Ischia-Bacoli 0-0
Girone I Viribus Unitis-Palazzolo 1-1: già retrocessi in Eccellenza: Acicatena, Castrovillari e Adrano
Girone A: Virtus Entella – Casale: 0-0. Qualificato Virtus Entella; Girone B: Darfo Boario – Renate 0-2: Qualificato Renate; Girone C: Unione Venezia – Union Quinto 0-2: Qualificato Union Quinto; Girone D: Carpi – Chioggia 3-1: Qualificato Carpi; Girone E: Guidonia – Castel Rigone 2-3: Qualificato Castel Rigone; Girone F: Santegidiese – Atessa Val Di Sangro (Marco Bellotti) 3-3. Qualificato Santegidiese; Girone G: Pomezia – Selargius 2-2 dopo i tempi supplementari, qualificato Pomezia; Girone H: Pianura – Forza e Coraggio 4-1 Reti: pt 30′ Caruso (FC), 46′ Del Sorbo, st 30′ Letizia, 44′ Ausiello, 45′ Manzi. Qualificato Pianura; Girone I: Vigor Lamezia – Avellino 1-0 Rete 30′ st Mangiapane. Qualificato Vigor Lamezia. Domani alle ore 10,30, presso la sede del Comitato Interregionale a Roma, si svolgerà il sorteggio dei tre triangolari la cui vincente, unitamente alla vincente la finale di Coppa Italia (Matera), acquisirà il diritto a disputare le gare di semifinale. Le modalità di svolgimento sono così disciplinate: la squadra che riposerà nella prima giornata verrà determinata per sorteggio, così come la squadra che disputerà la prima gara in trasferta; – riposerà nella seconda giornata la squadra che avrà vinto la prima gara o in caso di pareggio quella che avrà disputato la prima gara in trasferta; – nella terza giornata si svolgerà la gara fra le due squadre che non si sono incontrate in precedenza.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •