Tempo di lettura < 1 minuto

Manca chiarezza sui fondi pubblici necessari alla realizzazione del festival Duni edizione 2010. Lo denuncia in una nota il vice presidente dell’Ensemble Gabrieli, Leonardo Montemurro. Correrebbero seri rischi le esibizioni, già annunciate di artisti del calibro di Goran Bregovich (nella foto) o messe in scena, in anteprima, di opere liriche come la Tosca di Puccini che avrebbe come palcoscenico naturale la cava del Sole. In questa realizzazione, in particolare – spiega Montemurro – verrebbero coinvolti grosis nomi del panorama mondiale e circa 200 lavoratori dello spettacolo fra orchestra, coro, comparse e manovalanza. Il festival Duni è ormai riconosciuto dal Mibac nel fondo unico per lo spettacolo e rappresenta il vero fiore all’occhiello della cultura. Nel 2009 l’associazione musicale Ensemble Gabrieli aveva ricevuto per il 50% contributi pubblici giunti dall’Apt, dall’assessorato alle Attività produttive, dai fondi Pisu del Comune e dal ministero dei beni culturali. Il restante 50% era stato ricavato dallo sbigliettamento e dagli sponsor privati.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •